sabato 2 dicembre 2017

tortino di bulgur e quinoa






2 confezioni di bulgur e quinoa della pam
2 zucchine
1 melanzana
una/due grattuggiate di ricotta salata
un uovo
pangrattato


Dato che non devo dimostrare niente a nessuno, ogni tanto per praticità compro queste buste da Pam che in due minuti sono pronte in microonde, e poi le condisco a mio piacimento, questa volta ho provato a farci dei tortini, quindi mentre il mix bulgur e quinoa si scaldano al microonde, cuocete in una padella le zucchine a dadini insaporite con un po' di aglio e prezzemolo, in un'altra padella cuocete le melanzane sempre tagliate a dadini piccoli e fatele abbrustolire per bene.

A cottura ultimata di tutti gli ingrediente, mescolateli in una ciotola con un uovo e una spolverata di ricotta salata grattuggiata grossolanamente. Infine sistemate il composto in piccole cocotte, appiattitelo per bene e spolverate con una presa di pangrattato. Porre in forno preriscaldato a 180 per 5/6 minuti il tempo di gratinarlo.

martedì 21 novembre 2017

rigatoni alla gricia

per 4 persone


320 gr di guanciale
400 gr. di rigatoni
120 gr di pecorino
60 gr di parmigiano
35 gr di olio extra vergine di oliva
pepe fresco


Prendere il guanciale, tagliarlo a fettine e successivamente a listarelle, metterlo in una padella e farlo sudare lentamente avendo cura di non bruciare il grasso che ne deriva dalla cottura.
A questo punto se vogliamo una gricia più leggera possiamo eliminare parte del grasso di cottura, togliamo le listarelle ormai croccanti e le riponiamo su carta assorbente per farle scolare bene stemperiamo il fondo della padella con due mestoli di acqua. Mettiamo i grani di pepe in una busta rigida e battiamoli finemente con un batticarne ed aggiungiamolo al fondo.
In una pentola capiente piena di acqua salata e  bollente cuociamo la pasta e scoliamola molto al
dente, finiamo la cottura nella padella con il fondo di di pepe e guanciale, mantecare con i formaggi lontano dal fuoco.

spaghetti alla carbonara

per 4 persone:


320 gr. di spaghetti o vermicelli
60 gr. di pecorino
3 uova intere
200 gr. di guanciale tagliato a julienne
sale fino


In una padella far rosolare il guanciale fino a farlo diventare croccante, scolare il grasso in eccesso ed adagiarlo su carta assorbente. Aggiungere un po' di acqua di cottura della pasta nella padella nella quale è stato tostato il guanciale, unirvi il pepe macinato grossolanamente per far sprigionare l'aroma.
Sbattere le uova e unirvi il pecorino, (la salsa deve essere liquida nonuna mappazza)
Cuocere la pasta in abbondante acqua salata, scolarla al dente e mantecarla in padella, senza condimento, magari aggiungere un po' di acqua di cottura, fare uscire l'amido dalla pasta.
A fuoco spento aggiungere in padella il composto di uova e pecorino. Mantecare fino a raggiungere la densità voluta.
Impiattare completando con il guanciale croccante.

mezze maniche all'amatriciana



ricetta chef Angelo Troiani

per 4 persone:

per il guanciale croccante:
160 gr di guanciale ben stagionato tagliato a julienne

per la salsa:
200 gr. di guanciale ben stagionato tagliato a fettine
180 gr. di pomodori pelati al naturale
200 gr. di pomodoro fresco
50 gr. di cipolla rossa
1/2 spicchio di aglio
3 cucchiai da tavola di aceto balsamico
1 cucchiaio da tavola di aceto di vino bianco
peperoncino q.b.
80 gr. di pecorino romano
sale


Prendete il guanciale tagliato a julienne e fatelo rosolare a fuoco dolce fino a quando diventa croccante.
In un'altra padella, a fuoco molto basso, dorare il guanciale tagliato a fettine, aggiungere la cipolla e l'aglio. Bagnate con l'aceto e lasciare evaporare, quindi aggiungere i pomodori senza pelle, correggere di sale pepe e peperoncino e lasciate cuocere per circa 10 minuti a fuoco basso.
Togliete il guanciale dalla salsa.
Cuocete la pasta in abbondante acqua salata, scolatela molto al dente e saltatela in padelle con la salsa.
Mantecare con il pecorino e servire con il guanciale croccante.

(aggiungere il formaggio a fuoco spento, il guanciale a fette lasciarlo)

rigatoni cacio e pepe



per 4 persone:

320 gr. di rigatoni
160 gr. di acqua
240 gr. di pecorino
35 gr. olio extravergine di olive
pepe q.b.


Mettere il pepe macinato grossolanamente in una padella con un po' d'acqua e scaldare leggermente, far idratare per rilasciare l'aroma e poi spegnere.
Cuocere la pasta in abbondante acqua, scolarla al dente e versarla nella padella per completare la cottura.
A fuoco spento versare il pecorino e saltare nella padella la pasta .
Completare con poco olio

giovedì 3 agosto 2017

salame di cioccolato e nutella

 


 100 gr di nutella

100 gr di cioccolato amaro
100 gr di zucchero
200 gr. di biscotti secchi tipo oro saiwa
1 uovo

se piace si possono aggiungere 150 gr di frutta secca, mandorle o granella di nocciole,
e una tazzina di caffè

Sciogliere il cioccolato con 3 cucchiai di acqua e aggiungere la nutella, montare l'uovo con lo zucchero, tritare grossolanamente i biscotti e mischiare tutti gli ingredienti.

Avvolgere il composto nella carta da forno e dargli la forma di un salame, mettere in frigo per almeno 4 ore.

Io onestamente lo metto in congelatore mi piace più compatto

torta cookie con nutella






250 gr di farina
140 gr di zucchero di canna fino
1 uovo
130 gr di burro ammorbidito
1 bustina di lievito
1 fialetta di vaniglia
250 gr di gocce di cioccolato
80 gr di nocciole tritate
Nutella

In una ciotola mischiate lo zucchero con il burro ammorbidito e fatto a pezzettini, aggiungete poi l'uovo e la fialetta di vaniglia, poi la farina, il lievito con un pizzico di sale, se usate il mixer azionatelo a velocità moderata, per pochi minuti, altrimenti iniziate a impastare con le mani.
Unite infine le gocce di cioccolata e le  nocciole tritate, girando l'impasto con un cucchiaio di legno.

Stendete metà del composto in una tortiera, di 24/25 cm di diametro, precedentemente imburrata, aggiungete la nutella, due o tre cucchiai, e ricoprite il tutto con il restante impasto.

Infornate in forno statico a 180° per 25/30 minuti

domenica 30 aprile 2017

pollo alla paprika con gnocchetti ungheresi

Per il pollo alla paprika:
4/6 cosce di pollo
2 cucchiai di paprika dolce,
2 cipolle medie,
3 tazze di panna acida,
50 g di strutto (o 4 cucchiai di olio di semi di girasole),
sale e pepe macinato al momento.

Per i tipici gnocchetti ungheresi
435 g di farina 00,
2 uova,
300-400 ml di acqua,
2 cucchiaini di sale.



Per i tipici gnocchetti ungheresi
435 g di farina 00,
2 uova,
300-400 ml di acqua,
2 cucchiaini di sale.


Per prima cosa, preparare gli gnocchetti. Versare la farina in una ciotola, aggiungerci il sale e le uova leggermente sbattute e aggiungere
a poco a poco, l’acqua occorrente per ottenere un impasto morbido, ma non appiccicoso.
Non lavorare troppo l’impasto per non rendere gli gnocchetti gommosi.

Nel frattempo, preparare il pollo alla paprika.


Sbucciare la cipolla e tritarla finemente.
Scaldare lo strutto in un tegame e rosolarvi la cipolla senza farla colorire, aggiungere la paprika e subito dopo le cosce di pollo e lasciarle rosolare per qualche minuto.
Insaporire di sale, di pepe e lasciare cuocere a fuoco basso e a tegame coperto per circa un’ora.
Al bisogno aggiungere dell’altra acqua.
A ppena il pollo alla paprika sarà diventato morbido, a fuoco spento mantecarlo con la panna acida.

Passare, poi, alla cottura degli gnocchetti.
Portare una pentola d’acqua salata ad ebollizione.
Spingere la pastella attraverso i fori dello “SpaetzleHobel” in modo da farli cadere nell’acqua bollente.
In mancanza dell’utensile, staccare con le mani o con un cucchiaio dei minuscoli pezzetti d’impasto, poi lessarli.
Scolare gli gnocchetti non appena risaliranno a galla, sollevandoli con un mestolo forato.
Rimettere il pollo alla paprika sul fuoco, riportarlo a bollore e spegnere.
Trasferirlo, poi, nei piatti individuali.
Accompagnare ciascuna porzione di pollo alla paprika con un po’ di gnocchetti.

sabato 29 aprile 2017

Petto di pollo alla catanese

per 6 persone

12 fettine sottili di petto di pollo 
2 uova
80 gr di pecorino
pangrattato
uno spicchio di aglio
un ciuffo di prezzemolo
limone
olio per friggere
sale, pepe


Tritate l'aglio con il prezzemolo e mescolateli al pangrattato in un piatto, sbattete le uova con un po' di limone spremuto, sale e pepe, passate le fettine nel pecorino, poi nelle uova e infine nel pangrattato.
Friggete le fettine impanate in abbondante olio caldo, fino a che risultino dorate da entrambe le parti.
Scolatele e adagiatele su un foglio di carta per fritti per far assorbire l'eccesso di unto.

mercoledì 7 dicembre 2016

panini arabi alle zucchine

per 10 panini

500 gr di farina,
300 gr di acqua
20 gr di lievito di birra
2 cucchiani di sale

disporre la farina a fontana e impastarci gli ingredienti fino ad ottenere un composto omogeneo ed un po' elastico, far lievitare l'impasto per un'ora, coprendolo con un panno umido, e poi dividerlo in 10 parti dandogli una forma arrotondata ma piatta, adagiarli su una piastra da forno e farli lievitare per un'altra mezz'ora.
Preriscaldare il fonro a 250° e cuocere per 8 minuti

per la farcitura

3 zucchine
1 fetta di pecorino
una manciata di olive taggiasche

lavate ed asciugate le 3 zucchine, tagliatele a julienne e conditele con l'olio d'extravergine, sale e e pepe, tagliate a scaglie il pecorino e farcite i panini con l'insalata di zucchine, le scaglie di pecorino e le olive denocciolate, se volete dare più sapore alla preparazione, grattuggiate dell'altro pecorino, cospargete la superficie della parte superiore del panino e tostatelo in modo da far sciogliere il formaggio